ATM – Trappola Mortale (2012) – Trailer e recensione

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 1,00 su 5)
loadingLoading...

ATM – Trappola mortale è un film horror del 2012 diretto da David Brooks.

E’ inverno. Tre colleghi, al rientro da una festa, si fermano ad un bancomat per prelevare del denaro. Tuttavia, uscendo dalla struttura isolata, notano di essere osservati da un’inquietante figura incappucciata e, terrorizzati, decidono di restare all’interno della stazione. A quel punto la loro serata non può che peggiorare…

La recensione di ATM – Trappola Mortale

Non riuscendo a creare un’adeguata sensazione claustrofobica, ATM, risulta un thriller piatto e banale, in cui le scene presentano un andamento totalmente privo di tensione.

Dopo il lunghissimo prologo introduttivo (che dura quasi 20 minuti), in cui non solo non succede nulla di significativo ai fini della trama, ma non vengono neanche adeguatamente presentati i personaggi, la vicenda si svolge interamente all’interno di un unico angusto spazio.

Altre pellicole di diverso genere hanno in passato utilizzato con maggiore efficacia una simile tipologia di ambientazione. Si pensi ai vari “Buried”, “Frozen”, “In linea con l’assassino”, “Devil”, “Panic Room”, in cui sia grazie all’interpretazione degli attori, sia alle azzeccate scelte registiche, la componente claustrofobica appare decisamente più rimarcata.

Ecco il trailer in italiano del film!

 

In ATM, anche la storia appare poco plausibile. È chiaro che nel cinema horror non ci si debba basare più di tanto sui dettagli (la rappresentazione durerebbe pochi minuti se solo uno dei protagonisti avesse con sé un cellulare funzionante), ma in questo caso è davvero inevitabile che lo spettatore manifesti più di una perplessità.

Le scene sono montate in modo troppo prevedibile, evitando qualsiasi tipo di tensione o colpo di scena. Le inutili storie dei protagonisti si potevano forse rendere più avvincenti presentandole come flashback, oppure facendone raccontare gli eventi più significativi dai personaggi stessi , anziché anteporle al resto della rappresentazione .

Le prestazioni degli attori di certo non aiutano la riuscita del film. L’interpretazione migliore sembra quella del killer, che non pronuncia neanche una sillaba e non viene mai inquadrato in viso in tutti gli 88 minuti di film.

A coronamento di una trama poco realistica e piena di lacune, il finale appare completamente privo di senso. Peccato che delle persone abbiano pagato il biglietto per questo film.

Deluso da questo film? Ecco 5 thriller assolutamente consigliati!

atm trappola mortale horror film review

Ecco alcune offerte su DVD horror o thriller in vendita!

Lascia un commento