Molly’s Game (2017) – Trailer e recensione

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 3,00 su 5)
Loading...

Molly’s Game è un film del 2017 scritto e diretto da Aaron Sorkin, al suo esordio alla regia. Interpretato da Jessica Chastain e Idris Elba.

Prima fatica di Aaron Sorkin come regista . Film molto interessante, sia per come è stata impostata la sceneggiatura, sia per la storia scelta in sé.

La meravigliosa interpretazione della Chastain e la scrittura dinamica e intelligente di Sorkin aiutano lo spettatore a delineare il personaggio di Molly Bloom.

Lo sceneggiatore premio Oscar per The Social Network, David Fincher, ha scelto di portare sul grande schermo la storia vera di Molly Bloom. Ex sciatrice appartenente alla squadra olimpica degli Stati Uniti che nel corso degli anni è diventata la più grande organizzatrice di giri di poker clandestini. La donna, prima di essere arrestata nel bel mezzo della notte dall’FBI, ha infatti attirando a sé miliardari, attori, sportivi e membri importanti della mafia russa. Il suo unico alleato è stato il suo avvocato difensore Charlie Jaffey, l’unico a rendersi conto che Molly era molto più di quanto la stampa aveva fatto credere sino a quel momento.

Ecco il trailer di Molly’s Game:

La recensione di Molly’s Game

Il film di Sorkin inizia con un monologo in cui Molly spiega allo spettatore come avvenne l’incidente che la portò lontana dalle piste da sci facendola diventare, dopo anni di sacrifici, la “Principessa del Poker”.

Il ruolo di Molly Bloom è stato interpretato da una straordinaria Jessica Chastain, attrice che avrebbe forse meritato maggiore considerazione dai membri dell’Academy quest’anno.

Non è il diavolo, non è un angelo. Molly Bloom è uno squalo travestito da cigno.

La sua meravigliosa interpretazione e la scrittura dinamica e intelligente di Sorkin aiutano lo spettatore a delineare il personaggio complesso di Molly Bloom. Non è infatti il personaggio ingenuo e civettuolo interpretato dall’attrice texana in The Help. Non è nemmeno quella macchina fredda, spregiudicata e manipolatrice portata sul grande schermo solo l’anno scorso con Miss Sloane di John Madden.

Molly diventa un personaggio complicato, stratificato, convinta delle proprie scelte, dei propri mezzi e del proprio cervello. Un personaggio intelligente in grado di manovrare milioni di dollari di serata in serata e capace di camminare sul filo dell’illegalità per parecchio tempo. Non è il diavolo, non è un angelo, Molly Bloom è uno squalo travestito da cigno, capace di attirare nel suo circolo alcune delle persone più ricche e influenti del mondo.

Eppure, sotto i vestiti attillati, sotto il make up, sotto quel viso stupendo si nasconde un personaggio fragile, in una continua ricerca della vetta e del successo che non ha avuto come sportiva. Tenace, carismatica ma al tempo stesso succube del suo passato, carente di un vero rapporto col padre che per anni l’ha cresciuta più come sciatrice che come figlia.

La regia di Sorkin si rivela molto efficace nel portare sul grande schermo questa storia. Nel cast anche Kevin Costner nel ruolo del padre e Idris Elba, ancora in cerca di un ruolo che lo faccia notare ai membri dell’Academy dopo l’esclusione di Beasts of No Nation.

Può entrare nella top 10 dei migliori film del 2017?

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello