Io, Daniel Blake (2016) – Recensione e trailer

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 4,00 su 5)
Loading...

Io, Daniel Blake è un film inglese diretto da Ken Loach e vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2016.

Daniel Blake è un uomo inglese sulla sessantina che, dopo un infarto, è costretto a lasciare il suo lavoro. Per i medici, infatti, non è in grado di riprendere la sua attività, ma di tutt’altro parere è l’assistenza sanitaria che, non riconoscendo la sua invalidità, respinge la richiesta di sussidio.

Bloccato in un vortice di burocrazia, fatto di attese infinite e di regole paradossali, Daniel conosce Daisy ed i suoi due figli. La giovane donna, single e senza lavoro, si è appena trasferita a Newcastle ed in città non conosce nessuno. Tra i due nasce subito una solida amicizia costruita anche su una reciproca solidarietà.

La recensione di Io, Daniel Blake

Ken Loach dipinge un quadro di vita reale dai tratti profondamente umani e totalmente privo di retorica. In grado di toccare le corde più profonde dell’animo, è un dramma genuino fatto di dignità e di solidarietà tra le persone. Il realismo commovente che avvolge la pellicola non è mai crudo e spietato, ma al contrario non volta le spalle alla dignità degli individui.

Loach aggiunge così altri volti, quelli di Daniel e Daisy, all’album delle persone che non smettono di lottare e non abbandonano la speranza, restando aggrappati alla vita con tutte le forze.

Qui il trailer di Io, Daniel Blake, buona visione!

Se ti è piaciuto Io, Daniel Blake allora può interessarti anche A spasso con Bob!

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello